Misurare i risultati

Comprendere i report

Per informazioni più approfondite sulla performance della tua campagna, accedi alla sezione Report di Search Ads. Puoi visualizzare i dati in base alla data, al gruppo di annunci o alle parole chiave e rappresentare diverse metriche.

  • Spesa
  • Tap
  • Download dell’app
  • TTR (percentuale di tap)
  • CPA medio
  • CPT (costo per tap) medio
  • Visualizzazioni

Puoi inoltre filtrare i dati in base al dispositivo. Tieni presente che l’intervallo di date predefinito riguarda gli ultimi sette giorni, escluso il giorno corrente.

Nota: potrebbe esserci un ritardo di un massimo di tre ore per la visualizzazione dei dati aggiornati. I report non includono i dati degli acquisti in-app. Inoltre, Search Ads non è compatibile con l’uso di variabili URL di tracciamento di terze parti. Se vuoi monitorare il valore lifetime dei tuoi clienti, valuta se implementare l’API Attribution di Search Ads.

Il grafico visualizzato sulla pagina cambierà automaticamente in base ai parametri selezionati. Usa l’elenco a discesa sopra il grafico per selezionare le opzioni della metrica e scegli il tipo di report dal pannello di navigazione sulla sinistra.

Come trovare i report

Per visualizzare la pagina dei report, accedi al tuo account. Vedrai la vista delle campagne. Procedi come descritto di seguito.

  • Seleziona la campagna che vuoi visualizzare.
  • Nella schermata Panoramica della campagna, fai clic sul pannello Report.
  • Seleziona la modalità di visualizzazione e filtra il report dettagliato.

Tieni presente che se stai selezionando oltre 30 giorni di dati, il report può essere visualizzato solo settimana per settimana.

Come leggere i report

1) Vista del grafico
La vista del grafico nella parte superiore della pagina Report rappresenta le metriche di performance in base alla data. Per un’analisi più approfondita dei dati della campagna, puoi filtrare la vista e confrontare le metriche. Nota: la vista in base alla data è l’unica che ti permette di selezionare più metriche.

Le opzioni di filtro vengono visualizzate nell’angolo in alto a sinistra del grafico e una volta applicate restano invariate fino a quando non le rimuoverai o modificherai. Quando modifichi i filtri, appare immediatamente la nuova visualizzazione.

2) Vista della tabella
Una tabella combina i totali di ciascun gruppo all’interno della vista prescelta, in base al filtro e alla metrica selezionati. I filtri disponibili dipendono dalla vista.

Nota: le metriche dei report sono basate sul fuso orario del tuo account. Per rivedere le metriche nello stesso fuso orario della tua cronologia delle transazioni di fatturazione, seleziona UTC nell’elenco a discesa del fuso orario nel piè di pagina. Tieni presente che l’intervallo di date scelto può cambiare leggermente per riflettere le differenze di orario rispetto al Tempo Coordinato Universale.

Designazione “rifiutato dall’utente” per sesso, età e ubicazione nella vista dei report

Se non hai applicato perfezionamenti del target di pubblico al tuo gruppo di annunci o alla tua campagna, è possibile che sotto le sezioni relative all’età, al sesso o all’ubicazione nella vista dei report venga riportata una categoria denominata “rifiutato dall’utente”. Questo significa che alcuni utenti che hanno visto il tuo annuncio hanno abilitato la limitazione del tracciamento degli annunci o disabilitato i servizi di localizzazione sul loro dispositivo.

Report dell’intervallo di età

Quando visualizzi i report in base all’età, le metriche vengono raggruppate nei seguenti gruppi di età predefiniti: 18‑24, 25‑34, 35‑44, 45‑54, 55‑64 e 65+. Ciò significa che potresti vedere risultati sulle visualizzazioni che sembrano riguardare un intervallo di età più ampio rispetto a quello selezionato. Ciononostante, vengono prese in considerazione solo le età specificate all’interno di ciascun gruppo. Ad esempio, se selezioni l’intervallo da 18 a 38, il report mostra le visualizzazioni per gli intervalli 18‑24, 25‑34 e 35‑44.

Indicatore “Volume basso” nella vista dei report

Alcuni report possono presentare un valore di “volume basso”. Questo significa che i dati che richiedi sono al di sotto della soglia di privacy di Apple. Ad esempio, i termini di ricerca devono raggiungere un minimo di 10 visualizzazioni, in caso contrario nel report dei termini di ricerca sarà visualizzato il valore “volume basso”. I report relativi a età, sesso o ubicazione richiedono almeno 100 visualizzazioni perché Search Ads visualizzi i valori.

Definizioni dei report

Non sai esattamente cosa stai guardando o cercando? Di seguito è riportata la guida ai termini e agli acronimi che vedrai quando ordini i dati di performance di Search Ads.

Visualizzazioni
Il numero di volte in cui il tuo annuncio sponsorizzato è stato visualizzato nei risultati di ricerca dell’App Store nel periodo di tempo su cui si basa il report.

Tap
Il numero di volte in cui l’annuncio è stato toccato dagli utenti nel periodo di tempo su cui si basa il report.

Conversioni
Il numero totale di download o download ripetuti risultanti da un annuncio sponsorizzato nel periodo di report. Le conversioni di Search Ads vengono assegnate in un periodo di tap-through di 30 giorni.

TTR
La percentuale di tap (tap-through rate) è il numero di volte in cui l’annuncio è stato toccato dagli utenti diviso per il totale delle visualizzazioni ricevute dall’annuncio.

CR
La percentuale di conversioni (conversion rate) è il numero totale di conversioni ricevute in un dato periodo diviso per il totale dei tap nello stesso periodo.

CPA medio
Il costo medio per acquisizione è la spesa totale divisa per il numero di conversioni ricevute in un dato periodo.

Spesa
La somma del costo di ogni tap dei clienti sul tuo annuncio.

Termine di ricerca
I termini di ricerca sono parole chiave e frasi che vengono utilizzate dagli utenti per trovare il tipo particolare di app che stanno cercando.

Origine corrispondenza
Nella colonna dell’origine della corrispondenza puoi vedere se la visualizzazione è stata generata da una parola chiave di Search Match o da una con offerta.

Mobile Measurement Partner

Il monitoraggio dei risultati delle campagne è un passaggio importante per avere la certezza di raggiungere gli obiettivi di business. Per monitorare la performance delle campagne, puoi ricorrere all’integrazione con un Mobile Measurement Partner (MMP). Gli MMP interagiscono con diversi canali di marketing in modo indipendente, al fine di conteggiare le installazioni delle app e monitorare gli eventi successivi all’installazione. La maggior parte degli MMP integra nella propria soluzione i dati provenienti dall’API Attribution di Search Ads. Tuttavia, vi sono alcune differenze fondamentali tra il sistema adottato dagli MMP per l’assegnazione delle conversioni e quello di Search Ads.

  • Origine dei dati di download
    Search Ads: download verificato dall’App Store a seguito di un tap su un annuncio di Search Ads.
    MMP: download derivato dall’ultimo tap su un annuncio prima del primo avvio dell’app.
  • Intervallo di assegnazione
    Search Ads: 30 giorni dal tap su un annuncio di Search Ads.
    MMP: 7‑28 giorni dal primo avvio dell’app.
  • Download ripetuti
    Search Ads: indicati come download ripetuti e inclusi nel report del conteggio delle conversioni disponibile nella vista di gestione delle campagne di Search Ads Advanced, nell’API Campaign Management e nell’API Attribution.
    MMP: il download ripetuto può essere considerato come semplice riapertura di un’app.
  • Conversioni con opzione Limita raccolta dati attivata
    Search Ads: sono incluse nel conteggio delle conversioni riportate nella vista di gestione delle campagne di Search Ads Advanced e nell’API Campaign Management.
    MMP: non possono essere assegnati a causa delle Norme sulla privacy di Apple.

Se collabori con un Mobile Measurement Partner (MMP) o usi direttamente l’API Attribution di Search Ads, le informazioni sugli utenti con l’opzione Limita raccolta dati pubblicitari attivata e i conteggi aggregati delle conversioni derivanti da download ripetuti possono risultare molto utili per la riconciliazione delle differenze di conteggio delle conversioni.

La maggior parte degli MMP sta ancora lavorando all’integrazione di queste informazioni nella propria piattaforma. Se il tuo MMP non fornisce informazioni sulle conversioni derivanti da download ripetuti nel tuo dashboard, ti consigliamo di chiedere all’MMP quando potrai avere accesso a questi dati.

API Attribution

Informazioni sull’API di Search Ads

L’API Attribution di Search Ads ti consente di monitorare e assegnare i download dell’app originati dalle campagne di Search Ads. Puoi implementarla direttamente o con una soluzione di assegnazione di terzi. L’API Attribution di Search Ads rende facile misurare con precisione il valore lifetime dei nuovi utenti acquisiti e l’efficacia delle campagne pubblicitarie.

Vantaggi dell’API

Aggiungendo solo poche righe di codice all’app, puoi facilmente capire il valore di diversi gruppi di clienti nel tempo e le parole chiave che hanno portato alle conversioni. Puoi usare queste informazioni per ottimizzare i tuoi obiettivi CPT e CPA per parole chiave, gruppi di annunci e target di pubblico diversi.

Requisiti dell’API

Per poter monitorare l’assegnazione, l’app deve essere abilitata con il codice di assegnazione di Search Ads.

Puoi abilitare l’app per l’assegnazione in qualsiasi momento, in modo che monitori i download generati dalle campagne di Search Ads.

L’assegnazione si applica solo agli utenti con iOS 10 o versioni successive, che hanno toccato una campagna di Search Ads e hanno scaricato l’app entro 30 giorni.

Come implementare l’API

Per abilitare l’app per l’assegnazione, procedi come descritto di seguito.

  1. Aggiungi il framework iAd al file di progetto Xcode per l’app.
  2. Importa le intestazioni iAd nel file contenente il codice di assegnazione:
    #import <iAd/iAd.h>
  3. Verifica l’assegnazione di Search Ads e usa i risultati nei report della tua campagna.
// Check for iOS 10 attribution implementation
if ([[ADClient sharedClient] respondsToSelector:@selector(requestAttributionDetailsWithBlock:)]) {
NSLog(@"iOS 10 call exists");
[[ADClient sharedClient] requestAttributionDetailsWithBlock:^(NSDictionary *attributionDetails, NSError *error) {
// Look inside of the returned dictionary for all attribution details
NSLog(@"Attribution Dictionary: %@", attributionDetails);
}];
}

Ecco l’oggetto di risposta (versione 3.1) dell’API Attribution che contiene i dettagli sulla gerarchia, la parola chiave con offerta, la data di download e la data di clic delle campagne.

{
"Version3.1" = {
"iad-attribution" = true;
"iad-org-name" = "Light Right";
"iad-campaign-id" = 15292426;
"iad-campaign-name" = "Light Bright Launch";
"iad-purchase-date" = "2016-10-14T17:18:07Z";
"iad-conversion-date" = "2016-10-14T17:18:07Z";
"iad-conversion-type" = "Download";
"iad-click-date" = "2016-10-14T17:17:00Z";
"iad-adgroup-id" = 15307675;
"iad-adgroup-name" = "LightRight Launch Group";
"iad-keyword" = "light right";
"iad-keyword-matchtype" = "Broad";
"iad-creativeset-id" = "456093";
"iad-creativeset-name" = "Nature Images";
}; 
}

Consulta la documentazione completa dell’API.

Privacy

Search Ads e la privacy

Tutti i dati di Search Ads raccolti da Apple sono soggetti alle Norme sulla privacy di Apple e non vengono rivenduti da Apple a terze parti. Search Ads non utilizza i dati personali degli utenti provenienti da altri servizi Apple come Mappe, Siri, iMessage e iCloud o dai dispositivi degli utenti mediante servizi e funzionalità come Salute, HomeKit, email, contatti e cronologia delle chiamate.

Gli utenti possono decidere di non ricevere più annunci in base ai loro interessi utilizzando la limitazione della raccolta di dati pubblicitari. L’opzione di limitazione della raccolta di dati pubblicitari è abilitata per impostazione predefinita per gli account ID Apple dei bambini.

L’assegnazione dei download per Search Ads viene eseguita in modo da rispettare sempre la privacy degli utenti. Quando un cliente appena acquisito apre l’app, quest’ultima interroga il dispositivo del cliente per determinare se il download può essere attribuito a Search Ads:

  • I dati di assegnazione vengono recuperati utilizzando un identificatore non associato a un ID Apple
  • Puoi eseguire un’interrogazione solo per un cliente attuale della tua app
  • Gli utenti possono limitare la raccolta di dati pubblicitari e impedire l’interrogazione

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Search Ads e la privacy.